PARCO NATURALE DEL FIUME SILE

Torna alla homepage
Menu' di navigazione:

Home » L'Uomo » Gli antichi mestieri

I Passi a Barca

L'arte molitoria | I Burci e la navigazione fluviale | Le risorse della Palude | Le lavandaie | Le Fornaci | I Passi a Barca | Squeri e Cantieri | La Pantàna, a barca da Sil |

All'epoca delle invasioni barbariche, i ponti sul Sile della via Annia a Ca' Corner (presso Trepalade) e della Claudia Augusta a Musestre, per lunghi secoli si è potuto attraversare il fiume, nel tratto fra la città e la foce, solo con i passi a barca. L'importanza dei passi a barca per l'economia e per la vita dei villaggi rivieraschi era fondamentale anche se, nel Sile, essi non raggiunsero mai il peso che avevano gli analoghi traghetti del Piave, posti nelle grandi direttrici di traffico verso i paesi germanici.

1913: Ecco elencati i passi a barca sul Sile

Per carri, animali e persone

  1. Melma-Casier (privato, del mulino Toso)
  2. Torre di Lughignano-Cendon
  3. Casale
  4. Caposile

Per sole persone

  1. S. Maria Caffoncello-Fiera (saltuario, in occasione delle fiere e della sagra dell'Assunta)
  2. Melma-Casier (da Cerne, presso il porto)
  3. Rivalta (da Trinca)
  4. Bagaggiolo-Trepalade (passéto de Pagnin)
  5. Cavazuccherina